• Antonellina Miorelli, Emiliano Casalli - Ballerini professionisti

CHI SIAMO

Foto di Claudio Visentin

Antonella ed Emiliano incontrano il Tango Argentino nel 1997 in Italia
Lei, Arrivando da una formazione classica ne viene attratta per gli aspetti di eleganza, portamento e non da meno per gli aspetti relazionali, dovuti ad una formazione artistica e ad un'esperienza decennale come insegnante nel mondo della disabilità,
Emiliano, è incuriosito dalle nuove proposte e ricerche di una certa generazione di maestri ed è verso queste che orienta la proprio studio.
Come coppia, iniziano il loro percorso insieme nel 2004 e scegliendo da subito di costruire un lavoro comune che trovasse origine nella tradizione e punto d'unione nel piacere del ballo: abbraccio e improvvisazione giocano un ruolo fondamentale; un tango intenso, musicale, fortemente legato alla relazione
Ogni anno soggiornano periodicamente a Buenos Aires per perfezionarsi ed approfondire tecnica, stile e metodologia di insegnamento, studiando con grandi Maestri.
Da circa venti anni si occupano della diffusione di questa danza attraverso l'insegnamento e l'organizzazione di eventi e spettacoli collaborando con artisti, ballerini, coreografi e gruppi musicali. Dal 2004, come coppia, si esibiscono in molte città Italiane tra cui Padova, Bologna, Bergamo, Vicenza, Parma, Trieste, Cagliari, Mantova, Cuneo, Campione d'Italia, Perugia, Modena, Riccione, Verona, Reggio Emilia. Nel luglio del 2009 si sono esibiti in alcune delle milongas più tradizionali di Buenos Aires come il "Cachirulo", il "Caricias" ed il "Sin rumbo", nel 2010 alla "Confiteria Ideal", nel 2011 al "Sueno Porteno", dove sono stati molto apprezzati per la ritmica e l'eleganza del loro "camminare" nel tango.



ANTONELLINA MIORELLI

Foto di Claudio Visentin

Diplomata all'Accademia di Belle Arti di Venezia, incontra giovanissima la danza classica studiandola per dieci anni. In seguito affronta altre tematiche legate alla danza, all'arte e al teatro. Tra le più significative sicuramente le esperienze legate alla filosofia antroposofica, all' Arte Terapia, All' esperienza teatrale condotta dall' Associazione "Ottavo Giorno" e alle collaborazioni con il ballerino Thierry Parmentier. Prima di iniziare a dedicarsi unicamente al Tango, gestisce e coordina un laboratorio artistico con persone disabili ed è proprio in questo ambito che incontra la "Danceability", forma di danza-terapia, guidata dai ballerini A. Alessi e E. Blackwell. Studia e affronta temi legati alla comunicazione non verbale e alle dinamiche di gruppo, programmazione e progettazione di attività e percorsi finalizzati alla realizzazione di testi alternativi. Inizia a ballare tango argentino nel '97 a Padova. Parallelamente frequenta stage e corsi di specializzazione in Italia e Argentina, approfondendo tecnica, stili e modalità d'insegnamento. Studia costantemente con maestri di fama internazionale. Dal 2000 si dedica professionalmente all' insegnamento e alla divulgazione di questa danza.
Nel 2004 incontra Emiliano con il quale consolida metodo di insegnamento e affinità nel ballo.



EMILIANO CASALLI

Foto di Claudio Visentin

Sin da giovanissimo ha praticato attività sportive a vari livelli e nello sci con risultati agonistici di rilievo. laureato in Ingegneria Chimica, non ha mai lasciato la passione per il "movimento"; nel '98, a Trieste, incontra casualmente il Tango Argentino e se ne innamora subito, partecipando a numerosi stage e festival dove ha potuto studiare con ballerini ed insegnanti di fama internazionale
In particolare elegge Gustavo Naveira come referente e partecipa a molteplici seminari di studio intensivo scegliendo di approfondire la ricerca delle dinamiche legate all'improvvisazione Nel 2002 ha iniziato ad insegnare il Tango Argentino promuovendone la diffusione (come co-fondatore di un'associazione, Club TangoNuevo, che si è occupata della organizzazione e della divulgazione del tango argentino a Trieste). Nel 2004, il primo viaggio a Buenos Aires dove aggiunge altri due elementi fondamentali nel suo cammino: il piacere dell abbracciarsi e la forza della musica
Da quell'anno balla ed insegna con Antonellina.